febbraio 2013

Costruire è una scienza e la scienza si esprime con i numeri

Nessuna epoca più dell’attuale ha visto un continuo progresso scientifico e tecnologico. Oggi siamo in grado di costruire ferrovie per treni che viaggiano a 500 km/h e ponti che sfidano la gravità; addirittura possiamo lanciarci da 40 km di altezza in caduta libera. Insomma siamo in corsa verso il futuro sorretti dalla tecnologia, e ne siamo profondamente coinvolti, tanto che le nostre vite sono sempre più legate ai numeri.

I numeri ci permettono di dare una dimensione a ciascuna grandezza, e quindi possiamo confrontare e stimare il valore degli[...]

vai all'articolo

Il Protocollo CasaClima

L’Agenzia Casaclima nasce a Bolzano nel 2002, ed è una struttura pubblica che si occupa di certificazione energetica, ma non solo. A partire dal protocollo iniziale, che era focalizzato sui soli aspetti energetici degli edifici, negli anni è stata sviluppata una serie di direttive che affrontano anche i temi della sostenibilità ambientale applicata alle nuove costruzioni ed alle ristrutturazioni.

Fino ad oggi sono stati certificati oltre 3800 edifici CasaClima e più di 800 progetti sono in fase di certificazione, distribuiti su[...]

vai all'articolo

Il Comfort illuminotecnico

Il comfort illuminotecnico, o benessere visivo/illuminotecnico, è definito come lo stato in cui l’individuo può svolgere nel modo migliore i diversi compiti (visual task) che è chiamato ad assolvere.

Il controllo dell’illuminamento naturale è uno dei requisiti che concorrono al benessere dell’organismo in relazione dinamica col contesto ambientale. L’illuminazione naturale deve essere utilizzata nella maggiore misura possibile anche al fine ridurre il consumo energetico.

Alle superfici vetrate è demandata la[...]

vai all'articolo

L'automobile domani

L’auto di oggi, dopo un secolo dalla sua invenzione, è ancora di una inefficienza sconcertante: almeno l’80% dell’energia del combustibile viene dispersa, principalmente in calore. Della forza espressa, il 95% serve a spostare il veicolo, e solo il 5% allo spostamento del guidatore, a causa del peso del veicolo e della sua mediocre aerodinamica. Il peso del veicolo inoltre grava sugli pneumatici i quali, flettendosi, si scaldano e disperdono energia … Insomma, le inefficienze sono molteplici e ridisegnare radicalmente l’automobile, agendo su[...]

vai all'articolo
Il nostro sito web utilizza cookies propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito acconsenti all'utilizzo dei cookies. Per saperne di più leggi la nostra informativa sui cookies.